mercoledì 30 novembre 2016

Piada Brutta ma Buona





Questa ricetta l'ho creata dopo aver scoperto un gruppo su Facebook con un divertentissimo gioco che mi ricorda tanto le Mistery Box (e confermo che parteciperò spesso alle loro Sfide).

Ma iniziamo a procedere con la ricetta:

Cuocete, in padella o in forno (io ho usato la seconda opzione; voi scegliete quella più comoda) e per alcuni minuti, due Piadine, ricordando di girarle spesso.
E' necessario ottenere una base cotta, ma ancora morbida, così che possa essere piegata alla fine.
Una volta cotte, tenete da parte e in caldo.

Nel frattempo, preparate una salsa densa unendo al mascarpone (o ricotta di mandorle per i Vegan) mezzo cucchiaino di curcuma in polvere, un filo d'olio evo, pepe nero macinato al momento e un mazzetto di prezzemolo tritato.
Mescolate bene e tenete da parte.
La salsa volendo può anche essere messa in frigo.

Prendete le Piadine cotte, farcite con la salsina di qui sopra, aggiungete sopra la farcitura qualche seme di melograno, poi piegate la Piada in modo da ottenere una specie di tasca e guarnite con delle righe di miele d'acacia (o sciroppo d'acero nella versione Vegan) e qualche foglia intera di prezzemolo fresco.

Servite e gustate.

Confermo che è un piatto strano, ma molto delicato.


Con questa ricetta partecipo al Contest del gruppo  Sei in Cucina - La Sfida degli Ingredienti.

giovedì 24 novembre 2016

In stile Apicio




Il mio blog ha avuto un lungo momento di pausa, ma è comunque pronto a ripartire.

E, proprio come deve essere, decide di farlo alla grande proponendo una ricetta in stile antico, ispirata da Apicio.

Piccola premessa: le dosi sono per due persone.

Iniziamo:

Prima di tutto, tagliate a fasi non troppo grossi una mela, poi spruzzate sopra un po' di succo di limone per non farla annerire,salate poco e tenete da parte.

Nel frattempo, rosolate una confezione di wurstel di Tofu, per sette minuti e a fuoco medio, in poco olio e, quasi prima della fine della cottura, salate  e speziate il tutto con semi di finocchio (io li ho macinati, ma nulla vieta di metterli interi), cumino e pepe nero macinato al momento.

Quando siamo verso la fine aggiungete la mela e una bustina di zafferano (sciolto prima in poca acqua), alzate di poco la fiamma e fate saltare il tutto, mescolando bene; dopo spegnete il fuoco, spennellate con un po' di miele (Io ho usato quello al limone, ma funziona bene anche con quello di acacia; l'importante è non farlo prevalere sugli altri ingredienti), aggiungete tre datteri secchi tagliati a rondelle non troppo fini (in queste ultime due fasi non serve mescolare)  e servite.

Insolito, invitante e... che dire altro?

Buon viaggio nel tempo!!!