lunedì 28 settembre 2015

Pasta al Nero di seppie... senza seppie!





Insolito titolo, vero? Quasi una contraddizione? Io direi di no, visto che è proprio questo il piatto che voglio insegnarvi.

L'idea è nata dopo tanto cercare e, all'improvviso, trovata su un forum: in un esperimento qualcuno aveva proposto proprio le olive nere! Ebbene... saranno proprio loro le nostre seppie!

Ma iniziamo:

La prima cosa da fare è snocciolare le olive nere e tritarle in modo quasi grossolano (devono essere piccole, ma non troppo. Si deve sentire il loro sapore e la loro consistenza).

Dopo rosolate, in una padella ed a fuoco medio/basso, due spicchi d'aglio tritati e una manciata circa di alghe Dulse.
Appena sentirete l'aroma del bulbo imbiondito, aggiungete i pezzetti di olive nere, abbassate la fiamma e saltate il tutto per pochi minuti, poi spegnete la fiamma ed otterrete questo risultato: olive non troppo morbide, ma con il sapore della seppia e l'odore del pesce. (Sorpresi? Non è finita qui!!!)

Nel frattempo, cuocete la pasta (corta o lunga, scegliete voi) in acqua salata bollente e, una volta cotta, scolatela e versatela nella padella col sughetto (marino) appena preparato, mescolate bene, aggiustate di sale se è il caso e, alla fine, aggiungete prezzemolo fresco tritato e scorza di limone grattugiata (anche questi due si devono sentire, ma senza coprire l'ingrediente base!).
Rimescolate di nuovo e servite!

Piccola nota sulle olive: se le trovate al forno, consiglio di frullarne una parte scaldata prima di aggiungere la pasta (così vedrete anche il nero); se le trovate fresche, basta solo seguire la ricetta; del resto, saranno proprio loro a rilasciare "l'inchiostro"!

Nessun commento:

Posta un commento