sabato 29 marzo 2014

Spaghetti al ragù di carote


Questa ricetta nasce da una collaborazione,  che voi scoprirete più avanti,  con un gruppo di Facebook in cui si dimostra cosa mangiano i vegani.
E non è la classica erba, ma piatti leggeri e gustosi. Proprio come quello in foto.

E adesso... ve lo insegno:

Stufare in una padella, e in poca acqua (direi circa tre mestoli piccoli), una carota e mezzo cipollotto, a cui avete tolto la parte esterna, quella dura (di solito si usa solo la parte bianca, ma lasciate attaccata anche un poco di parte verde) tagliati a dadini. Fate cuocere a fuoco basso finché le verdure non si saranno ammorbidite.

Nel frattempo, cuocete gli spaghetti come al solito.

Appena carote e cipollotto sono diventati morbidi, spegnete il fuoco e frullateli con olio, sale, peperoncino in polvere (qui abbondate, ma non troppo!) e prezzemolo fresco,  fino ad ottenere una salsa omogenea (non vi preoccupate se rimane qualche pezzo intero delle carote;  al massimo diventa più buona! )
A salsa fatta,  scolate la pasta e conditela con questo sughetto arancione aggiungendo, se necessario, un po' d'acqua di cottura della stessa.

Ed ora... servite!

Un piatto che sembra fatto con niente, ma con un grande sapore!

1 commento:

  1. Ciao Gabriele, eccomi qua a curiosare. Intanto prendo nota di questi spaghettini niente male che preparerò con le carote dell'orto! Per te sarà facile affrontare 21 giorni da vegano!! A presto.

    RispondiElimina