venerdì 15 novembre 2013

Broccoli e ceci alla siciliana



Ammollare l'uvetta in poca acqua per circa dieci minuti, poi scolarla.

Nel mentre,  cuocere i broccoli a vapore e,  una volta pronti,  unirli a ceci già cotti, un po' di uvetta e pinoli.
Alla fine condire il tutto con olio,  sale grigio (o affumicato) e peperoncino in polvere.
E mi raccomando... non serve mescolare!


Un piatto veloce,  semplice e davvero gustoso.

E la foto?  La farò quando verrà ripetuto; e penso che accadrà molto presto!

martedì 12 novembre 2013

Bruschette al quasi cacio e pepe

Volevo ispirarmi ad una ricetta straniera, ma... mi mancava un ingrediente: il formaggio morbido!
Così non mi sono arreso ed ho usato il parmigiano.

Ed ora vi mostro che delizioso antipasto è venuto fuori:

Prendete delle fette di pane tagliate sottili, ma non troppo,  e tostatele da entrambi i lati.
Una volta effettuato questo compito,  togliete le fette dal forno, mettetele su un piatto di portata e conditele con poco sale,  del parmigiano grattugiato,  un filo d'olio,  un po' di semi di senape e pepe nero macinato al momento.

L'antipasto è buono già così,  però se volete potete ripassare, solo per poco tempo, le bruschette in forno in modo da fondere il formaggio.


Qualunque sia stata la vostra scelta,  ora non resta che servire e... gustare!

venerdì 1 novembre 2013

Pizza Scarpariello


Questa pizza nasce dall'unione di due diverse idee scoperte,  e testate,  in due diversi locali di Catania.
E visto che una di queste non la ho tanto gradita,  ho deciso di creare una mia versione della stessa.
Posso confessarvi che è molto più gustosa rispetto a quella originale!

Ma ora bando alle ciance e... mettiamoci all'opera!

Prendete la base per pizza (o preparatela) e distribuite sopra la salsa di pomodoro, salare e
mettere in forno.
Preparate un misto di formaggio tagliando a dadini del pecorino e della provola, togliete la base dal forno, spargetevi sopra il misto e infornate di nuovo.
A cottura completata,  togliete la pizza dal forno, conditela con olio e peperoncino in polvere (o anche olio al peperoncino) e servite. Tutto qui!

Se non vi va di fare questa ricetta,  vi svelo un segreto: lo stesso condimento si può usare anche sugli spaghetti od altra pasta lunga.
Ovvio che non importa come la fate, vi verrà sempre un piatto da ristorante!

venerdì 25 ottobre 2013

Ramen vegano all'euroamericana


Dopo aver visto il Ramen originale sia nei cartoni di Naruto o di Dragon Ball e, dal vero, in determinati eventi ludici presenti qui in Sicilia,  ho deciso di creare una mia versione leggermente rivisitata.

Iniziamo:

Come prima cosa ammollare, in poca acqua e per dieci minuti,  una manciata di mirtilli secchi.
Ora tagliare un quarto di cavolo verza a fettine sottili ( quasi a julienne) e cuocerlo, sempre per circa dieci minuti e a fuoco basso, in una padella con olio, pezzetti di zenzero fresco e i mirtilli scolati dall'acqua di ammollo.
Nel frattempo,  fate cuocere gli spaghetti come al solito.

Appena i minuti sono passati,  aggiungere la salsa di soia,  mescolare il tutto per poco tempo e a fuoco vivace e, poi, spegnere.

Scolare la pasta,  condirla con la salsa appena fatta e servire.


Ho solo due ultime cose da dire riguardo a questo piatto: potrebbe non piacere a tutti ed unpproblema lo si ha con il condimento.  Finisce sotto la pasta stessa!

venerdì 11 ottobre 2013

Coppa Settembrina


La fonte di questa ricetta è molto particolare: arriva da un libro fantasy scritto a quattro mani (che ancora non esiste).
E visto che è la stagione dei kaki, ve la svelo in anteprima.

Tagliare a metà un diospero a testa, togliere la polpa e versarla in una coppa abbastanza grande. Dopo aggiungere un cucchiaino di fruttosio (chi vuole può sostituirlo con lo zucchero;  ne basta poco) e mescolare bene. Ed ecco fatto il primo strato!
Per fare il secondo serve solo poggiare, molto delicatamente e sopra al primo, dello yogurt magro. Alla fine,  spolverare con abbondante,  ma non troppo,  cannella in polvere.
Se piace, decorare con un biscotto secco (il mio è senza zucchero), servire e gustare!

Se non la mangiate subito,  si può tranquillamente conservare in frigo per poi usarlo come goloso e leggero dessert di fine pranzo o cena.


Con questa ricetta partecipo al contest  "Dolci al cucchiaio" di Simo's Cooking e di La Drogheria.

sabato 21 settembre 2013

Pasta in rosa


Sbucciare una mela, tagliarla a pezzi; prendere la metà di un carnoso peperone rosso o giallo (consiglio il primo), poi togliere semi e filamenti,  tagliarlo a pezzi e unirlo alla mela.
Frullare il tutto con qualche goccia di succo di limone,  un cucchiaio di capperi dissalati e olio quanto basta per ottenere un composto denso, ma ancora liquido.
Versare la salsa in un pentolino e farla scaldare per qualche minuto in modo da addensarla facendo evaporare un po' della sua acqua.
Spolverare con cinque foglie di basilico fresco spezzettato ( nove se piccolo), mescolare bene e spegnere il fuoco.

Nel frattempo avrete fatto cuocere 200 gr. di pasta corta.
Quando è cotta, scolatela,  conditela con la salsa appena fatta e fatela riposare per un minuto; quindi servire senza preoccuparsi se avanza. È buona anche fredda.

giovedì 5 settembre 2013

Patate in salsa francese


Stavolta il mio blog vuole insegnarvi un nuovo contorno. E con uno dei miei ingredienti preferiti.

Preparazione:

Prima di tutto,  cuocere a vapore le patate (io le avevo già pronte e in frigo) e mantenerle al caldo.
Nel frattempo, mescolare un vasetto di yogurt greco con semi di senape e peperoncino in polvere. Conservare la salsa in frigo una volta pronta.

Quando le patate sono cotte (saranno morbide e calde), servirle accompagnando con la salsa a parte. E magari presentando il tutto come nella foto qui sopra.

Ed ecco una ricetta veloce,  facile e gustosa! Utile anche come salva cena!

lunedì 2 settembre 2013

Finta pizza margherita



Con questo post ho intenzione di imitare Benedetta Parodi, creando una mia pizza.
E così ho preso gli ingredienti e mi sono messo all'opera.

Preparazione:

Cuocere in forno la base per pizza già pronta (la mia è di farro; sempre per motivi di intolleranze) e,  prima della fine della cottura della pasta, estrarla fuori dal forno e spalmarvi
sopra un bel po' di marmellata di fragole ( il rosso sembrerà pomodoro).
Infornare di nuovo e completare la cottura.
Eseguita questa operazione,  toglierla dal forno per la seconda volta e poggiarvi sopra pezzetti di cioccolato bianco (la falsa mozzarella).
Reinfornare a fuoco basso,  fino a quando il cioccolato si sarà leggermente fuso.
Toglierla dal forno per l'ultima volta e servirla tiepida o fredda.

Questa finta margherita è una pizza che si conserva in frigo, come tutte le altre pizze dolci; l'importante è ricordarsi di levarla quindici minuti prima di servirla.

Un'ultima cosa: le fette sono come le ciliegie.  Una tira l'altra!


Con questa ricetta partecipo al "contest Copie ma buone '13"  di cucinaamoremio.

giovedì 29 agosto 2013

Sezione Contest


Sezione dedicata ai Contest (in frequente aggiornamento)


                                    
                                        Contest Cioccolato e Sale








 
 

 








martedì 27 agosto 2013

Pasta alla 'nduja

Non scappate dopo aver letto il titolo; la ricetta è vegan e la 'nduja..non c'è!
Ora vi spiego:

Cuocere la pasta come al solito e, nel frattempo,  aromatizzare dell'olio soffrigendovi due rametti di rosmarino fresco;  dopo aggiungere i wurstel tagliati a rondelle e lasciarli cuocere per circa dieci minuti.
Quasi verso la fine della cottura, aggiungere i pomodorini freschi tagliati in quattro e farli saltare leggermente in padella.
Salare e spolverare con poco peperoncino in polvere.

Scolare la pasta e condire con il sugo appena fatto.

Ovvio che potete abbondare, ma senza esagerare, con wurstel e pomodorini; ricordatevi di mettere pochissimo peperoncino.

Ed ora... servite e gustate. Quel sapore ed il colore rosso vi daranno l'idea di mangiare proprio la 'nduja!



Con questa ricetta partecipo al contest di "La mia cucina improvvisata".

venerdì 23 agosto 2013

Besciamella di tofu


Essendo anche un blog vegano,  è giusto che ci sia una ricetta base.


Preparazione:

Frullate poco più di mezzo panetto di tofu con poco latte di riso, olio quanto basta ( serve per dare la parte grassa alla salsa) e un pizzico di sale, fino ad ottenere un composto cremoso. Se per caso vi viene troppo liquido,  aggiustate la densità con un'altra strisciolina di tofu.

Ovviamente potete aromatizzare questa base come volete aggiungendo,  ad esempio, foglie di basilico fresco, zafferano,  pesto oppure, ispirandovi alle panne in brick dei supermercati, dei funghi trifolati.

Per oggi è tutto.  Buona sperimentazione!

mercoledì 21 agosto 2013

Pasta light al limone


Stavolta vi svelo la ricetta della mia pasta al limone;  quello che ne uscirà è un vero e proprio piatto delicato.

Bene, mettiamoci all'opera!

Cuocere gli spaghetti come al solito;  nel frattempo,  preparare a parte un'emulsione con olio, peperoncino (si deve sentire,  ma non troppo), due spicchi d'aglio e succo di un limone
(è ottimo il verdello, un limone verde all'esterno).

Quando la pasta è cotta, scolarla, metterla in una insalatiera,  o grande ciotola,  e condirla con l'emulsione appena preparata.
Aggiungere cinque foglie di basilico fresco,  mescolare bene il tutto e, alla fine,  spolverare con la scorza di limone grattugiata.
Servire.

Un piatto veloce,  fresco e delicato.

martedì 20 agosto 2013

Riso al gorgonzola


Amo molto i piatti veloci, ma questo purtroppo non lo è perché il riso richiede, per cuocere,  quaranta minuti.

Passiamo alla ricetta:

Cuocere il riso rosso integrale ( ma consiglio anche il riso Venere; ci mette lo stesso tempo ed è pure più facile) e,  una volta cotto,  impiattarlo ponendovi sopra pezzetti di gorgonzola dolce e condire il tutto con olio e abbondante pepe bianco.
Servire caldo.

Sarà il calore del riso a fare il resto.